Giorgia Meloni: SIA IL POPOLO SOVRANO A DECIDERE

La vittoria schiacciante del no al referendum costituzionale, le dimissioni di Matteo Renzi e l’insediamento del quarto governo di fila non eletto dal popolo hanno aperto una stagione nuova per la politica italiana. I mesi che abbiamo davanti saranno decisivi per delineare il futuro della nostra Nazione, scegliere le priorità da affrontare e conoscere gli schieramenti in campo.

Noi vogliamo partire da un punto fermo. Il 4 dicembre è arrivato un messaggio chiaro: gli italiani non vogliono più essere governati da Esecutivi frutto di inciuci e che sono al servizio di lobby e poteri forti. Il popolo vuole riappropriarsi della sua sovranità e pretende di tornare ad esercitare un suo sacrosanto diritto: scegliere un governo capace di fare i suoi interessi e che dica chiaramente “prima gli italiani”.

Gli italiani chiedono più sovranità, più potere, più diritti. È una richiesta che la politica non può ignorare, che noi per primi abbiamo il dovere di raccogliere e che porteremo in piazza il prossimo 22 gennaio in una grande mobilitazione alla quale abbiamo chiamato a partecipare tutti gli italiani. Questo è il tempo per ricostruire e dare spazio e forza ad una proposta politica completamente nuova fondata sulla sovranità, sull’interesse nazionale e sui diritti e bisogni dei cittadini. Perché noi siamo convinti che solo una proposta politica di questo tipo sia capace di affrontare le grandi sfide del nostro tempo, dall’immigrazione incontrollata al rapporto con l’Islam, e lo scontro epocale che si sta consumando in Occidente tra chi difende gli interessi delle élite e chi si schiera con i popoli e l’economia reale.

Noi vogliamo stare dalla parte del popolo e vogliamo che sia il popolo sovrano a decidere tutto di questa nuova proposta politica: il programma, la classe dirigente e la leadership. La nostra parola d’ordine deve essere “partecipazione” e la celebrazione delle primarie è la strada giusta da seguire per dare a questa nuova proposta politica la legittimazione popolare di cui ha bisogno.

In questi giorni si discute della modifica della legge elettorale: è questa l’occasione migliore per normare anche le primarie e dare in questo modo la possibilità ai nostri elettori di scegliere come dobbiamo presentarci alle prossime elezioni politiche. Si può fare in tempi rapidi e veloci, basta volerlo. È per questa ragione che FdI ha chiesto la convocazione di un tavolo del centrodestra sulla legge elettorale nel quale sottoporre anche questo aspetto. Il tempo dei vertici e delle segreterie di partito che decidono tutto in nome e per conto degli italiani è finito: Fratelli d’Italia non accetterà mai progetti calati dall’alto e che non abbiano il consenso dei cittadini. La parola deve andare agli italiani e solo loro devono decidere.

Giorgia Meloni

Presidente Fratelli d’Italia